Come riutilizzare le Bucce di Limone?

Come riutilizzare le Bucce di Limone?

Se hai dei limoni avanzati non buttarli via. In questo articolo vediamo cosa fare con le bucce di limone e come possono essere utili in cucina.

Riciclare bucce di limone

In ogni cucina, il limone certamente non manca mai. Senza dubbio, i limoni sono gli agrumi più versatili in cucina. Possono essere impiegati in una vasta gamma di ricette dolci e salate. Tuttavia, spesso ci troviamo con limoni avanzati e non sappiamo come sfruttarli appieno. Magari tendiamo a conservare la polpa o a utilizzare solo il succo mentre gettiamo via le scorze di limoni.

Ad ogni modo, indipendentemente dal loro stato, i limoni sono dei preziosi alleati in cucina che ci consentono non solo di preparare dei buonissimi piatti ma possono essere un prezioso alleato per la casa, e ottenere le superfici pulite e brillanti.

Le bucce di limoni hanno infinite potenzialità, ricche di vitamina C e pectina aiutano a purificare il colon, i reni e il fegato. I principi attivi presenti nella sostanza stimolano efficacemente l’eliminazione delle tossine e creano una barriera protettiva contro gli effetti dannosi dei radicali liberi.

Questi possono essere utilizzati in cucina come un condimento completamente naturale, per arricchire risotti o pasta, nonché per insaporire piatti a base di verdure o di secondi piatti. Per fare ciò, basta tritarli e conservarne una piccola quantità in un vasetto ermetico.

Se invece utilizzate le bucce di limone (di limoni biologici e non trattati) potete autoprodurre gli eco detersivi fai da te.

Scopri anche: Modi creativi e sostenibili per riciclare le bucce di patate

Bucce di limone per la pelle

Le nostre nonne utilizzavano il succo di limone per rendere la pelle, soprattutto quella delle mani spesso rovinata, più bianca e pura attraverso i massaggi. La scorza di limone, se finemente grattugiata e poi combinata con bicarbonato e acqua per ammorbidirla, può diventare uno sbiancante naturale per i denti. Inoltre, può essere utilizzata, sempre in combinazione con bicarbonato e acqua, per massaggiare gomiti, talloni e ginocchia sotto la doccia, rimuovendo macchie scure o cellule morte.

Bucce di limoni per la casa

Il limone è un alleato indispensabile per profumare, disinfettare e aromatizzare l’aria in modo naturale. Il forte odore delle scorze di limoni insieme all’olio essenziale contenuto in esse, è ideale come deodorante naturale. Basta far bollire le bucce in acqua per qualche minuto insieme ad altri ingredienti come rosmarino fresco o estratto di vaniglia, per creare uno spray deodorante naturale con un profumo unico da utilizzare nelle stanze della casa.

Le scorze di limone sono perfette anche per profumare il frigorifero e per sgrassare e far brillare le stoviglie, sia quando vengono lavate a mano sia in lavastoviglie.

Un pratico, efficace ed economico spray multiuso per far brillare la casa può essere preparato utilizzando aceto bianco e scorze di limone, che vengono lasciate macerare per almeno tre settimane.

Come riutilizzare le bucce di limone: in cucina

Ritornando un po’ ai rimedi della nonna, vediamo in cucina, come utilizzare le bucce di limone:

  1. Cucinare il risotto con limone e salvia: n una padella antiaderente, versare un paio di cucchiai di olio e accendere il fuoco. Aggiungere il riso e saltarlo insieme alla salvia e alla buccia di limone tritate. Lasciare insaporire per un paio di minuti, quindi aggiungere il brodo vegetale bollente. Cuocere fino a completa cottura e, poco prima di servire, mantecare con un cucchiaio di olio crudo, parmigiano, pepe e tre gocce di succo di limone appena spremuto.
  2. Preparare una tisana antibatterica e purificante: aggiungere mezzo litro di acqua in un pentolino a portare a bollore, aggiungendo le bucce di limone tagliate a pezzetti, qualche seme di cumino e finocchio, chiodi di garofano e un paio di pezzetti di zenzero. Lasciate sobbollire tutti gli ingredienti per 10 minuti. Dopodichè filtrare la tisana e aggiungere ulteriormente qualche goccia di limone fresco o miele.
  3. Preparare l’olio aromatizzato al limone: versare in una bottiglia di olio, la buccia di limone possibilmente evitando la parte bianca, lascia riposare qualche giorno e infine usalo per condire i tuoi piatti.

Inoltre, con l’arrivo della bella stagione si sa che le formiche si aggirano liberamente in cucina, per questo potete evitare di comprare prodotti chimici e provate piuttosto con rimedio naturale: posizionate le bucce di limone sul davanzale delle finestre o dove vedete la loro presenza. Per potenziare l’effetto, potete anche aggiungere alcune gocce di olio essenziale di limone.

Come riutilizzare le bucce di limone del limoncello

Il limoncello è una di quelle bevande alcoliche e più apprezzate nelle case italiane. Come sappiamo tutti, nella preparazione del limoncello viene utilizzata la buccia del limone, che poi diventano un sottoprodotto. Purtroppo, la maggior parte delle persone le butta via. Ed è normale! Ma noi della redazione di riciclotutto non ci piace scartare via, specialmente se possiamo riutilizzarli. Quindi cosa fare con le bucce di limone del limoncello?

Le bucce di limone del limoncello possono essere conservate nello sciroppo in modo molto semplice: in base alla quantità di bucce disponibili, preparate uno sciroppo utilizzando parti uguali di zucchero e acqua. Lasciate raffreddare il composto e versatelo sulle scorze dei limoni in un barattolo ermetico. Queste scorze possono poi essere utilizzate per guarnire dolci e gelati, oppure mangiate direttamente. Grazie a questo metodo, le bucce possono conservarsi per mesi.

Oppure per riciclare le bucce di limone potete tritarle finemente dopo averle rimosse dall’alcool, quindi riporle in una bustina da congelatore e congelarle. Quando necessario, potete utilizzare le bucce tritate per aggiungere sapore agli impasti dolci, come torte da credenza, pasta frolla per crostate e biscotti, creme e gelati. Tuttavia, è importante tenere presente che le bucce conservate in questo modo tendono a perdere gran parte del loro aroma nel tempo, quindi è consigliabile consumarle il prima possibile.